Lorenzo Becattini il più votato in Valdisieve. Nella provincia fiorentina trionfo di Elisa Simoni

PONTASSIEVE – Il Popolo del PD della Valdisieve vuole nel parlamento nazionale Lorenzo Becattini e Elisa Simoni, anche se il primo potrebbe non andare a Roma mentre la seconda ci andrà sicuramente. È quanto emerge dall’analisi del voto delle primarie che si sono svolte ieri in Toscana e nella provincia fiorentina.

Secondo quanto riferitoci dai seggi della Valdisieve, la maggioranza delle preferenze a Pontassieve, Pelago e Rufina è andata a Lorenzo Becattini, mentre per Londa la maggior parte dei voti sono andati a Rosa De Pasquale. Prima tra le donne a Pontassieve e Pelago arriva Elisa Simoni, a Rufina Rosa De Pasquale, mentre a Londa primo tra gli uomini è arrivato Lorenzo Becattini.

La Provincia fiorentina ha dato la sua preferenza a Elisa Simoni, che trionfa nettamente con 10.535 voti. Secondo è arrivato Dario Nardella, con 9.188 voti e a seguire Rosa Maria di Giorgi (7.710 voti), Filippo Fossati (6.390 voti), David Ermini (4.107 voti), Tea Albini (3.849 voti), Lorenzo Becattini (3.734 voti), Rosa De Pasquale (3.520 voti), Giacomo Billi (3.049 voti), Achille Passoni (2.588 voti) e Vittoria Franco (2.141 voti).

Il risultato di tutta la provincia fiorentina però è solo in parte in linea con quello della Valdisieve e rischia seriamente di non far arrivare al parlamento l’attuale Presidente di Toscana Energia. Infatti, secondo una stima approssimativa, sono i cinque più votati ad essere quelli ‘sicuri’, mentre il sesto e il settimo dovranno sperare in una grande prova elettorale a febbraio 2013. Becattini, arrivando primo in Valdisieve ma settimo in tutta la provincia, sarà uno di quelli.

Appare chiaro che il popolo delle primarie ha preferito dare la propria preferenza al territorio e alle facce ‘nuove’ conosciute nella provincia, dando poche preferenze agli uscenti dal parlamento. Non a caso la Valdisieve, ha guardato più a Elisa Simoni – di Incisa – e Lorenzo Becattini – di Reggello – piuttosto che agli assessori di Palazzo Vecchio.

In Toscana erano 71 i candidati in lizza alle primarie del Pd a correre per 47 posti ripartiti fra e 13 federazioni territoriali. I 47 più votati nei territori andranno a comporre le liste di Camera e Sentato valide per le elezioni politiche del 24 febbraio insieme ai nomi che verrano indicati dal segretario Bersani che non sono ancora stati ufficializzati. Il Pd toscano riuscirà a portare a Roma 31 o al massimo 33 eletti, a seconda di come andranno le elezioni politiche.

Sicuramente è chiaro che Elisa Simoni, oltre a rappresentare il territorio fiorentino, dovrà portare nelle aule del parlamento problemi e interessi anche della Valdisieve essendo la donna più votata e quella che sicuramente andrà alla Camera o al Senato.

I voti nei diversi Comuni:

Pontassieve. Il candidato che ha ottenuto più preferenze è stato Becattini (527), a seguire Simoni (455), Ermini (330), Albini (288), Di Giorgi (208), Nardella (191), De Pasquale (113), Fossati (112), Franco (58), Billi (51), Passoni (39).

Pelago. Ottiene più voti Becattini (138) e al secondo posto arriva Ermini (120). A seguire Simoni (104), Di Giorgi (69), Albini (60), De Pasquale (46), Nardella (37), Fossati (20), Franco (19), Billi (17), Passoni (13).

Rufina. Il più votato è Becattini (179) mentre arriva seconda De Pasquale (150), terza Simoni (125). A seguire Ermini (88), Di Giorgi (61), Nardella (46), Passoni (45), Franco (31), Fossati (30), Albini (28), Billi (15)

Londa. La maggioranza delle preferenze le ottiene De Pasquale (60). Poi arriva Becattini (31), Billi (14), Fossati (14), Simoni (8), Nardella (8), Di Giorgi (6), Ermini (3), Passoni (3), Franco (2), Albini (1).

Pubblicità