Pelago, Lorenzo Tapinassi è il nuovo segretario comunale del PD. Sul nome ampia convergenza

PELAGO – Lorenzo Tapinassi è il nuovo Segretario Comunale del Partito Democratico di Pelago. Dopo le dimissioni di Gianluca Cotoneschi e i segretari di circolo di Pelago e San Francesco, arrivate senza nessun preavviso con una lettera di dimissioni il 28 maggio scorso, l’assemblea comunale ha trovato una convergenza sul giovane consigliere comunale classe 1985, che da 4 anni siede sui banchi del Consiglio Comunale.

Lorenzo Tapinassi

All’assemblea, dove l’ex segretario ha parlato per la prima volta dopo le sue dimissioni confermando le motivazioni e la decisione, si è discusso della lettera di dimissioni, arrivata nello stesso momento ai militanti e alla stampa, più criticandola che apprezzandola sia il merito che il metodo. Una discussione che poi è sfociata in una valutazione generale sullo scenario nazionale con l’evoluzione che c’è stata dalla conclusione delle primarie alla formazione del nuovo governo.

A conclusione il 28enne Tapinassi si è messo a disposizione e l’assemblea comunale lo ha quindi nominato perlopiù con il ruolo di responsabile, assumendo comunque il ruolo di segretario comunale con i poteri relativi. “Ho deciso di impegnarmi e candidarmi per la direzione di questo ruolo perché credo nel Partito Democratico, il partito a cui ho aderito nel 2007 con cui mi sono candidato in Consiglio nel 2009 – ci rivela Tapinassi – Ci credevo prima e ci tengo tutt’ora, per questo ho deciso di accogliere la richiesta dell’assemblea e fare il segretario. Per questo rispetto la decisione presa in quella lettera ma non ne condivido il contenuto politico perché si evince un abbandono del progetto del Partito Democratico“.

In questa mia segreteria vorrei con l’aiuto di tutti un po’ riportare il Partito allo spirito del lingotto, aperto, inclusivo, di trazione riformista, un partito di centrosinistra con la cultura di governo – continua Tapinassi – Penso che il sistema politico italiano e il centrosinistra non possono fare a meno di un grande partito come questo. Penso che il Partito Democratico sia l’unica speranza a livello nazionale e per il Comune di Pelago di fronte al populismo di Grillo e alla demagogia e inconsistenza di Berlusconi“.

Sul futuro pelaghese del Partito Democratico ci rivela che, con l’aiuto di un gruppo di collaboratori a seconda dei problemi e delle circostanze specifiche, l’intento è quello di rilanciare l’attività politica, con diverse iniziative, per portarlo tra la gente, anche a costo di subire delle critiche. “Un partito deve stare tra la gente, deve fare iniziative, deve fare la politica – ci dice il nuovo segretario comunale – Il partito democratico non può essere chiuso nelle stanze quindi il primo obiettivo è tornare sul territorio, nelle frazioni, ripartiamo tra la gente e ritorniamo a mettere in primo piano le idee eliminando i personalismi“.

Proprio sul personalismo il Partito Democratico si è molto spaccato anche a livello locale, assistendo a reazioni e frizioni dopo la nascita e l’evoluzione dei vecchi comitati elettorali locali per Matteo Renzi, oggi diventati Associazioni connotate dallo slogan “ADESSO!”, una delle parole d’ordine di quella campagna elettorale. “Io ho fatto il coordinatore per il comitato di Matteo Renzi, ero per lui, condivido tutt’ora alcune sue battaglie, sulla forma di partito e alcuni temi programmatici – dice Tapinassi – Nonostante questo sono il segretario di tutti, sono un segretario di garanzia e mi adopererò per rispettare il pluralismo e per far si che non si assista a dibattiti che tutti hanno visto in altre realtà vicine“.

Una idea che pare essere stata apprezzata, tanto che la candidatura è stata trasversale da parte dell’assemblea comunale, la quale ha individuato Tapinassi come una persona adatta al ruolo, condivisa da tutte le componenti e le realtà del partito, che hanno visto in lui una scelta valida premiando l’entusiasmo e la voglia di crederci. “La chiamata di responsabilità è venuta da persone con sensibilità culturali e politiche differenti e con persone di tutte le età, dal quello più giovane a quello con più esperienza – ci confida Tapinassi – Mi sono sentito in dovere di mettermi a disposizione del partito anche perché è stata una chiamata di ampio respiro di tutte le componenti che hanno visto in me una figura di garanzia“.

Ma di fronte alle contrapposizioni che si stanno palesando tra Partito e Associazioni, Tapinassi adesso si trova in mezzo essendo il coordinatore del vecchio comitato per Matteo Renzi e, nello stesso tempo, il nuovo segretario comunale del PD. Una condizione, dopo le dimissioni della vecchia direzione, che potrebbe però evitare a Pelago la nascita di una Associazione marchiata “Adesso!”. “Essendo segretario è mia intenzione lasciare la carica di coordinatore di quel comitato elettorale. Qualsiasi iniziativa che potrebbe fare la componente renziana del Partito non mi riguarderà più – conclude Tapinassi – Rispetto alle Associazioni credo che il problema non è lo strumento ma ciò che fà e ciò che dice. Se l’Associazione lavora come strumento per il partito queste possono essere un valore aggiunto“.

Nessun mugugno quindi ma anzi unanimità sulla scelta di un ‘renziano’ che, a differenza dei comuni vicini, invece di criticare il partito con parole forti e di impatto, si è messo sulle spalle un difficile compito, quello di far riparte il Pd locale in una fase delicata e complessa, in vista del prossimo congresso nazionale e dell’imminente scadenza della legislatura di Renzo Zucchini. Unanimità e assenza di critiche dal versante ‘bersaniano’. Anche questa una condizione che rende Pelago, come è stato per le scorse primarie, quasi immune da liti e protagonismi che invece si sono verificati in modo accesso sopratutto a Pontassieve.

Pubblicità

2 pensieri su “Pelago, Lorenzo Tapinassi è il nuovo segretario comunale del PD. Sul nome ampia convergenza

  1. Pontemediceo ha detto:

    Un augurio di buon lavoro, per il nuovo volto, fresco e sincero, della politica pelaghese.
    Raniero Margheri
    (Presidente A.S.D. Volley Pontemediceo)

    "Mi piace"

  2. Simone Gori ha detto:

    populismo [po-pu-lì-smo] s.m.

    1 Atteggiamento o movimento politico tendente a esaltare il ruolo e i valori delle classi popolari 

    Grazie del complimento per il Movimento, stiamo lavorando per riportare i veri valori della società civile nelle amministrazioni pubbliche locali. Diventate solo dei feudi per gestire interessi di partito, che si sono dimenticati il loro ruolo di gestori del bene comune. Buon lavoro.
    Simone Gori
    Movimento 5 Stelle Pontassieve.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.