Punto prelievi di San Francesco, confermata dal 1 luglio l’esternalizzazione alla Croce Azzurra

PONTASSIEVE – “Dal 1 luglio i cittadini della Val di Sieve che hanno necessità di fare un prelievo del sangue ambulatoriale potranno farlo presso la Croce Azzurra Pas in via di Rosano 17 a Pontassieve, anziché al poliambulatorio di San Francesco Pelago“. Con questa frase inizia la comunicazione ufficiale dell’Asl di Firenze che quest’oggi ha confermato l’esternalizzazione del servizio prelievi ematici che, tra qualche giorno, smetterà di essere erogato al distretto pelaghese.

Il Punto di Primo Soccorso a San Francesco (Pelago)

Viene così ribadita ufficialmente la decisione che vi avevamo riportato qualche settimana fa, dopo le polemiche nate attorno ai numeri dei prelievi da fare (risultati non chiari sul documento che sigla la convenzione con la Croce Azzurra, poi chiariti dal Presidente Amabile) e dopo la protesta della Misericordia di Pontassieve, contrariata per non essere stata consultata per questo affidamento esterno, chiedendo di gestirne almeno una parte.

Secondo l’Asl “si è reso necessario liberare alcuni locali in modo da poterli ristrutturare nel 2014 per ospitare i servizi di presidio di secondo livello in attesa che nasca la Casa della salute prevista nell’ex area ferroviaria – dice la nota dell’azienda sanitaria fiorentina – La scelta permette inoltre di liberare personale infermieristico della Asl che verrà impiegato per rafforzare l’assistenza infermieristica ambulatoriale. Una volta riunificato, il servizio infermieristico ambulatoriale e domiciliare sarà in grado di operare dal lunedì al sabato e anche nei festivi“.

Nella nota l’Azienda vuole puntualizzare e mettere ordine dopo le vicende e le dure battaglie contro l’esternalizzazione, l‘ultima riguardante la raccolta di firme avviata dal bar di fronte al Poliambulatorio.La scelta del presidio della Croce Azzurra, individuata d’intesa con le amministrazioni locali, è stata fatta tenendo conto della collocazione di quella struttura della pubblica assistenza in una zona facilmente raggiungibile, con un parcheggio a disposizione e dei recentissimi lavori – dice la nota – Insomma una scelta dettata da considerazioni tecniche che non esclude se dovesse rendersi necessario l’attivazione di altri punti prelievo presso altre strutture“. Frase, quest’ultima, che pare confermare le voci e gli accordi – in attesa di ufficializzazione – che vedono la Misericordia di Pontassieve pronta a siglare una convenzione per gestire una parte dei prelievi sul territorio.

L’Asl però ha deciso anche di comunicare sui lavori futuri che nel 2014 coinvolgeranno tutta la struttura, i quali sicuramente obbligheranno lo spostamento provvisorio – ancora non si sa come e dove – dell’intero poliambulatorio specialistico con i medici di angiologia, cardiologia, otorinolaringoiatria, fisiatria, neurologia, oculistica, geriatria, odontostomatologia, dermatologia, ortopedia, audiologia, urologia e chirurgia.

La ristrutturazione del presidio di San Francesco Pelago prevede un adeguamento tecnico strutturale della parte impiantistica e del sistema antincendio, nonché la riorganizzazione funzionale degli spazi interni per rendere più funzionale l’accesso da parte degli utenti, realizzare nuovi ambulatori medici e consentire la riunificazione di alcune attività attualmente svolte nella sede di via Tanzini a Pontassieve – conclude la nota – Servirà inoltre a potenziare l’attività odontoiatrica aggiungendo un secondo riunito e a realizzare uno spazio dove i pazienti con le quattro principali patologie croniche (diabete, insufficienza respiratoria, scompenso cardiaco o postumi di ictus) verranno assistiti dai medici di medicina generale e dagli infermieri che applicano il programma della “sanità d’iniziativa” ed in particolare potranno seguire le attività di educazione sanitaria. In particolare per i pazienti diabetici questo semplificherà l’organizzazione delle consulenze necessarie per il controllo della loro malattia“.

Pubblicità

2 pensieri su “Punto prelievi di San Francesco, confermata dal 1 luglio l’esternalizzazione alla Croce Azzurra

  1. paola ha detto:

    Che bel servizio e’ il n. 055 71 11 11 per le prenotazioni! 9 telefonate di 8 minuti l’una per sentire solo “tutti i ns. operatori sono momentaneamente occupati. La preghiamo di attendere”

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.