Sanità in Val di Sieve, da novembre un punto prelievi anche alla Misericordia di Pontassieve

PONTASSIEVE – Dal mese di novembre anche alla Misericordia di Pontassieve si potranno fare gli esami del sangue. Dopo l’accesa polemica di inizio estate, scaturita dall’esternalizzazione del punto prelievi dal Poliambulatorio di San Francesco alla Croce Azzura, anche nei locali di Piazza Cairoli tra un mese circa si potranno fare i prelievi ematici.

La decisione è stata presa in piena estate dall’Azienda Sanitaria fiorentina che, approvando una specifica convenzione, ha destinato alla Misericordia 50 mila euro per fare, tra il 1 settembre 2013 e il 30 settembre 2014, 12.500 prelievi. Questi, se si considera anche l’esternalizzazione precedente, si andranno ad aggiungere ai 27.500 prelievi che sono chiesti alla Croce Azzurra, arrivando così a 40 mila prelievi all’anno, circa 8.000 prelievi in più rispetto a quelli che si facevano fino a luglio nel Poliambulatorio di San Francesco.

Stando strettamente alle convenzioni siglate negli scorsi mesi, a partire da metà novembre, inizio dicembre (quando anche alla Misericordia il servizio sarà a pieno regime), giornalmente potranno essere effettuati 135 prelievi al giorno (90 alla Croce Azzurra e 45 alla Misericordia) anche se in realtà il numero dovrebbe essere più alto, visto che entrambe le convenzioni, oltre ad essere periodicamente valutate e annualmente rinnovate con opportune modifiche, sono partite con qualche mese di ritardo. Utilizzando le stesse risorse in un arco di tempo inferiore a quello scritto nella delibera i prelievi giornalieri dovrebbero quindi aumentare.

Anche in questo caso, come fu per l’esternalizzazione alla Croce Azzurra, l’Azienda sanitaria motiva questa decisione con la “necessità di venire incontro alle esigenze della popolazione in zone carenti di tale servizio” specificando che “l’attuale esternalizzazione del servizio (quella attivata con la Croce Azzurra di Pontassieve, ndr) non è sufficiente a coprire il fabbisogno dei prelievi ambulatoriali”.

Come per la Croce Azzurra, anche la Misericordia dovrà organizzarsi per fare accoglienza e accesso dell’utenza, accettazione, prelievi, consegna referti e pagamento ticket. “Attualmente stiamo facendo alcuni lavori ai locali di Piazza Cairoli che dovrebbero terminare a breve. L’idea è di partire all’inizio di novembre, anche se ancora non c’è una data definitiva – ci rivela Marcello Papi, Provveditore della Misericordia di Pontassieve  Dal punto di vista organizzativo la nostra idea è di iniziare per due o tre settimane facendo un quantitativo limitato di prelievi aumentando la quantità gradualmente fino ad arrivare ai 45 prelievi giornalieri”.

C’è ovviamente soddisfazione alla Misericordia di Pontassieve, la quale nei mesi scorsi ha protestato vivacemente contro l’Asl per non essere stata presa in considerazione per l’esternalizzazione del punto prelievi, minacciando di ricorrere al TAR. “Abbiamo fatto presente che c’era la necessità anche per la Misericordia, una associazione storica del paese, quindi l’Asl ha capito perfettamente la cosa. Quindi nessun problema, i rapporti sono buonissimi – ci rivela Papi – Inoltre sono state riconosciute le necessità dei cittadini e l’esistenza di una parte nord, che confina anche con San Francesco, e una parte sud del paese”.

L’Azienda sanitaria di Firenze, oltre a dare mandato di fare 12.500 prelievi fino a settembre 2014, con una decisione presa sempre in piena estate (31 luglio 2013) ha affidato alla Misericordia l’erogazione di esami ecografici e esami MOC DEXA (Mineralometria ossea computerizzata). Secondo l’Asl fiorentina – come recita la delibera – “nell’area del territorio della Valdisieve si sono verificate criticità nel settore della radiodiagnostica per prestazioni di ecografie e MOC in quanto l’esternalizzazione di tali servizi si è rivelata insufficiente a coprire il fabbisogno dei residenti in tale territorio”.

L’attività MOC, la cui partenza era prevista per il 1 settembre 2013, potrebbe slittare – sempre a causa dei lavori relativi al miglioramento dei locali – ai primi di novembre o anche a gennaio 2014. L’attività di diagnostica ecografica invece partirà dal 1 gennaio 2014 e i concluderà alla fine dello stesso anno. Per la prima attività l’Asl darà alla Misericordia 10 mila euro (tetto di spesa) mentre per le ecografie saranno destinati 40.000 euro. I servizi sono prenotabili tramite il sistema CUP Metropolitano.

Pubblicità

5 pensieri su “Sanità in Val di Sieve, da novembre un punto prelievi anche alla Misericordia di Pontassieve

  1. Claudio Cherici ha detto:

    Ma è normale che oggi mi hanno dato l’appuntamento per fare gli analisi del sangue per il 26 di Ottobre? 2 Settimane?

    "Mi piace"

  2. marco passerotti ha detto:

    Cosa resterà del Poliambulatorio di Via Bettini? Grottesca la motivazione della ASL di terziarizzare il punto prelievi per “necessità di venire incontro alle esigenze della popolazione in zone carenti di tale servizio”. Sarebbe interessante capire quanto la ASL ha risparmiato e quali siano i veri scopi per i quali si è esternalizzato alla fine lo stesso numero di prelievi (90+45) del Poliambulatorio. Hanno recuperato le infermiere per altre funzioni tipo l’assistenza domiciliare? Sulla carta può essere ma questa è un’altra azione della ASL che sfronda servizi pubblici con motivazioni disarmanti e contraddittorio pressoché nullo. Gli utenti però avranno buona memoria.

    "Mi piace"

  3. lisa ha detto:

    Buongiorno, perche’ esce questo articolo quando stamani 22.10.2013 alla Misericordia e’ stato detto che ancora non sanno nulla?
    E’ da settembre che costantemente chiedo notizie per degli analisi INR, sembra sempre tutto pronto da quel che si sente dire e che si legge e poi non siamo a nulla.
    Mio padre, da quando e’ stato chiuso il punto di assistenza in via Bettini, una volta la settimana si fa Villini – Fossato a piedi.

    "Mi piace"

  4. Redazione ha detto:

    Salve Lisa,
    per rispondere alla sua domanda, questo articolo è stato pubblicato il 7 ottobre 2013 per dare notizia dell’accordo tra Misericordia e Azienda Sanitaria Fiorentina per alcuni servizi sanitari esternalizzati e in convenzione.
    Inoltre nell’articolo sono state riportate in modo chiarissimo le parole del provveditore, il quale ci ha riferito che per il punto prelievi “attualmente stiamo facendo alcuni lavori ai locali di Piazza Cairoli che dovrebbero terminare a breve. L’idea è di partire all’inizio di novembre, anche se ancora non c’è una data definitiva” mentre per “l’attività MOC […] potrebbe slittare – sempre a causa dei lavori relativi al miglioramento dei locali – ai primi di novembre o anche a gennaio 2014. L’attività di diagnostica ecografica invece partirà dal 1 gennaio 2014”. Come giornale possiamo solo dirle che l’articolo è molto chiaro e riporta informazioni ufficiali ottenute direttamente dalla Misericordia di Pontassieve.
    Saluti

    "Mi piace"

  5. lisa ha detto:

    Scusatemi, forse ho espresso male il mio concetto. Il mio non voleva essere un appunto al vostro articolo, volevo soltanto riferire che aldila’ delle molte voci che circolano, da Misericordia non si riesce ad aver nessuna informazione.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.