Saldi invernali al via dal 3 gennaio. In Toscana anticipata la stagione degli sconti

FIRENZE – In Toscana i saldi partiranno sabato 3 gennaio invece che il 5 gennaio. Lo ha deciso la Regione Toscana che ieri, accogliendo la proposta delle categorie di settore, ha deciso di anticipare l’avvio del periodo, di 60 giorni, che vedrà coinvolti i negozi nella promozione dei prodotti a sconti specifici.

Una scelta che uniforma la Toscana al quadro nazionale dopo le richieste delle associazioni di categoria che, a differenza di altre regioni confinanti, paventavano di essere penalizzati dai ribassi scattati in anticipo rimanendo fermi nel week-end prima dell’avvio degli sconti.

Ho aderito volentieri alla richiesta avanzata dagli operatori commerciali attraverso le loro organizzazioni – ha affermato in una nota Sara Nocentini, assessore regionale al commercio – perché consente al territorio regionale di mantenersi competitivo e di rispondere in modo adeguato al difficile momento attraversato dal sistema delle vendite a livello nazionale“.

Ora tocca ai consumatori, pronti a risparmiare in vista delle svendite di fine stagione fino al 3 marzo, trovare le offerte migliori, scegliere i prodotti più utili ma, come ogni anno è giusto ripetere, seguire determinati consigli e ricordare tutte le accortezze da prendere di fronte ai ribassi proposti per non cadere in eventuali errori o violazioni da parte dei commercianti che, in alcuni casi, si sono verificate.

I consigli più puntuali e le regole da applicare sono illustrati benissimo dalla Guardia di Finanza (Che potete trovare e leggere integralmente sul sito ufficiale). Tra questi la regola che impone che lo sconto deve essere espresso in percentuale e sul cartellino deve essere indicato anche il prezzo normale di vendita e il consiglio che riguarda la conservazione dello scontrino, perché se un difetto si palesa dopo l’acquisto, anche nel periodo dei saldi la legge garantisce all’acquirente il diritto di cambiare la merce difettosa.

Pubblicità