Treni, sconto sull’abbonamento ai pendolari della Valdisieve. Rimborso per i disservizi

FIRENZE – I pendolari della Valdisieve potranno richiedere l’abbonamento di gennaio scontato fino al 20% come rimborso per i disservizi subiti nel mese di novembre 2014.

A comunicarlo è Trenitalia che, nel consueto aggiornamento mensile che sintetizza i tempi di ritardo e le soppressioni effettuate in relazione al servizio programmato, indica le linee “Firenze-Borgo SL (Via Vaglia) – Faenza” e le linee “Firenze-Borgo SL (via Pontassieve)” come due di quelle che hanno, nel mese di novembre 2014, superato l’indice di riferimento.

Secondo il contratto di servizio tra Regione e Trenitalia i pendolari hanno diritto al bonus quando l’indice è pari o superiore a 4,0. Nel caso di novembre 2014 la linea “Firenze-Borgo SL (Via Vaglia) – Faenza” ha un indice di 4,2 mentre la linea “Firenze-Borgo SL (via Pontassieve)” ha un indice di 5,9.

Così scatta l’indennizzo. Questo, in percentuale, si traduce in uno sconto specifico: Per gli abbonamenti mensili Trenitalia (La maggior parte dei pendolari della Valdisieve, ndr) il 20% del valore del titolo di viaggio; per gli abbonamenti annuali Trenitalia il 10% del valore di 1/12 del titolo di viaggio; per gli abbonamenti mensili Pegaso il 15% del valore della sola tariffa extraurbana; per gli abbonamenti annuali Pegaso il 7,5% del valore di 1/12 della sola tariffa extraurbana.

I titolari di abbonamenti mensili a tariffa regionale Toscana potranno quindi recarsi in biglietteria presentando l’abbonamento in originale (che verrà ritirato), chiedere il bonus e ricevere l’abbonamento con il relativo rimborso che verrà scalato dal costo del nuovo titolo di viaggio.

I titolari di abbonamenti mensili Trenitalia emessi on line, annuali Trenitalia e tutte le tipologie di abbonamenti integrati Pegaso possono chiedere il bonus entro il 10 gennaio 2015.

Pubblicità