Pelago, si estende la banda larga a Borselli, Paterno e Raggioli. Saranno installate due antenne Wi-Fi

PELAGO – Presto nelle frazioni di Borselli, Raggioli e Paterno arriverà un ulteriore operatore per la banda larga. In località Poggio Boscone e Magnale saranno installate due apparecchiature che diffonderanno un segnale Wi-Fi che consentiranno un ulteriore punto di accesso ad internet sull’intera area.

Sarà possibile perché la giunta comunale, approvando una specifica delibera lo scorso 18 dicembre, ha deciso di accettare la richiesta di una impresa del Valdarno (T&T Tecnologie e Telecomunicazioni S.r.l. di San Giovanni Valdarno) di posizionare alcune apparecchiature necessarie per la distribuzione di servizi a banda larga (RTP e Micro RTP) sulla copertura del deposito dell’acquedotto comunale di Borselli in loc. Poggio Boscone e su alcuni pali dell’illuminazione pubblica in loc. Magnale nei pressi del parcheggio pubblico.

Secondo quanto descritto nello schema di convenzione tra Comune e società approvato nella delibera, la banda larga (velocità massima di Download sarà di 7.000 kbit/s mentre in Upload di 1.024 kbit/s) sarà accessibile gratuitamente nei Circoli ricreativi di Borselli, Paterno e Raggioli (Ma il Comune potrà modificare i punti di utenza gratuita). Invece i cittadini, per utilizzare la banda larga nel proprio ambiente privato, dovranno fare richiesta del servizio alla società.

La società – come riporta lo schema di convenzione approvato dal Comune – si impegnerà ad effettuare la copertura radioelettrica del territorio comunale, in modo da rendere disponibile nel più breve tempo possibile il servizio in tutte le frazioni e località. Il Comune invece si impegnerà, oltre a consentire l’installazione delle apparecchiature su edifici, strutture e illuminazione pubblica, “a favorire la conoscenza della società da parte dei propri cittadini, al fine di favorire l’incontro fra le necessità dei cittadini e le opportunità del servizio offerto”.

In cambio della pubblicizzazione del servizio da parte del Comune, l’impresa effettuerà condizioni economiche migliorative ad alcune categorie come sconti a residenti, famiglie che nel proprio nucleo familiare hanno studenti, anziani o portatori di handicap.

Il Comune sottolinea che questa introduzione punta a migliorare la qualità dei servizi pubblici, miglioramento delle comunicazioni tra cittadini e istituzioni, tra studenti e presidi didattici, le attività degli operatori economici. In poche parole per garantire la fruizione dei servizi telematici di elevato standard a tutti i cittadini presenti su territorio (privati e operatori economici). Il Comune nella convenzione precisa che la futura esistenza di una rete wireless sul territorio comunale creerà la possibilità di una futura “realizzazione di videosorveglianza e telecontrollo dello stato di salute degli anziani”.

Non è precisato invece quando saranno installati gli apparecchi e quando sarà attivo il servizio. Ma essendoci già uno schema di convenzione e essendo il Comune obbligato a pubblicizzare questa nuova opportunità, presto si saprà quando e come poter accedere a questa specifica rete Wi-fi.

Il Comune nella delibera indica che “attuale tecnologia non è disponibile su dette aree” ma esiste un’altra azienda pelaghese, “Momax” che si occupa di telefonia e banda larga sul territorio. Momax, dopo aver appreso la notizia dalla nostra testata, ha voluto replicare e precisare ufficialmente con una nota, che “Le frazioni di Pelago, Diacceto, Paterno e Raggioli, come molte altre, sono coperte quasi totalmente in banda larga dal servizio offerto dall’operatore Momax da diversi anni” sottolineando che dal 2005 la rete ultra larga WiFi e fibra ottica Momax è in continuo aggiornamento con particolare attenzione alla Valdisieve e al territorio del Comune di Pelago dove la società ha la propria sede legale e continua a investire” precisa Momax.

(Articolo aggiornato al 5 gennaio 2015)

Pubblicità