Pontassieve, PD contro le Sentinelle in piedi: "Unioni Civili legge di civilità"

PONTASSIEVE – Dopo l’indignazione sui social network e l’organizzazione di una contromanifestazione, anche il Partito Democratico di Pontassieve prende posizione sulla protesta delle Sentinelle in piedi che, questo sabato in Piazza Vittorio Emanuele II, esprimeranno la loro contrarietà al disegno di legge Cirinnà.

In una nota il PD Comunale ha espresso parere favorevole al disegno di legge che prevede l’introduzione nel codice civile delle convivenze tra persone dello stesso sesso, con diritti simili a quelli derivanti dal matrimonio, precisando così una posizione distante, contraria e opposta rispetto a quella promossa dalla protesta portata avanti dalle Sentinelle in piedi, favorevoli e in difesa – come precisano loro stessi – della “famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna“.

Il Partito Democratico – sottolinea Stefano Gamberi, Segretario del PD comunale di Pontassieve (Vedi foto) – ritiene che il DDL Cirinnà sia una legge di civiltà attesa ormai da troppi anni, considerato che l’Italia è tra gli ultimi Stati europei a non riconoscere ancora diritti alle coppie dello stesso sesso”.

L’Italia infatti è stata anche sollecitata in questo senso dalla Corte europea dei diritti umani che ha condannato il nostro paese per aver violato i diritti delle coppie omosessuali.

Mi auguro che il Partito Democratico e il Governo diano seguito, nei tempi più rapidi possibili, all’approvazione di norme sulle Unioni Civili che consentano alle coppie omosessuali di accedere a tutti i diritti di cui godono le altre forme di convivenza” precisa Gamberi.

Il PD prende nettamente le distanze da questa manifestazione sottolineando anche che la così detta teoria gender non esiste” ma viene agitata “a mo’ di spauracchio“.

Anche per fare chiarezza sulla posizione del PD su questi temi Gamberi ha anche annunciato che il partito comunale, fin dai prossimi mesi, si farà promotore di una iniziativa pubblica su queste tematiche.

Concorde con la posizione del PD e del segretario comunale anche la Sindaca di Pontassieve, Monica Marini, che nel primo pomeriggio ha rivelato a Sieve Notizie di sostenere l’approvazione di una legge che normi una situazione che, di fatto, sta creando disparità. “Non è possibile che nel 2015, l’Italia ancora non abbia normative adeguate atte a garantire pari diritti e opportunità per tutte le persone” dice Marini.

Pubblicità