Pontassieve risponde al terrorismo. In Piazza manifestazione per la pace

PONTASSIEVE – Pontassieve scende in piazza per Bruxelles e contro ogni forma di terrorismo.

Domani sera, mercoledì 23 marzo, dalle 21.00 alle 22.30, in Piazza Vittorio Emanuele II, di fronte alla sede del Comune, si svolgerà una manifestazione per la pace e contro ogni forma di terrorismo.

Organizzata dal Partito Democratico locale vuole essere un momento per manifestare dopo i tragici episodi accaduti questa mattina nel cuore dell’Europa. Un attentato paragonabile a quello di Parigi nei mesi scorsi.

In ricordo delle vittime ma anche per ribadire con forza la voglia di dialogo e non di scontro.

Al terrorismo, alla guerra e all’odio rispondiamo con libertà, uguaglianza, fraternità e partecipazione – dichiara Stefano Gamberi, Segretario dell’Unione Comunale di Pontassieve del Partito Democratico – Restiamo umani e costruttori di ponti tra le persone e i popoli, perché il terrorismo non ha religione o colore politico. Scendiamo in piazza contro la cultura del terrore che ci vuole chiudere in casa!

Una nota del PD comunale invita, al di là delle appartenenze politiche, a partecipare chiunque si riconosca in questi valori.

Saranno presenti Monica Marini, Sindaco di Pontassieve, Serena Spinelli e Fiammetta Capirossi, Consigliere della Regione Toscana e Fabio Incatasciato, Segretario del Pd Metropolitano. Ha dato la sua adesione Nicola Danti, Europarlamentare del Pd.

Sempre a Pontassieve anche la SPI CGIL, Lega Pontassieve/Pelago, che invita a “riaffermare con forza la fiducia nei valori universali del vivere civile in nome della Democrazia, Resistenza e Solidarietà – dice il Segretario della Lega, Massimo Calamai – Cedere al vile disegno terroristico vorrebbe infatti dire arrendersi a chi vuole predominare con l’ingiustizia e la violenza“.

Pubblicità