Pontassieve, migranti diventano volontari. Il progetto di integrazione della Croce Azzurra

PONTASSIEVE – Sei richiedenti asilo diventano volontari della Croce Azzurra di Pontassieve.

Grazie ad un’intesa fra la Cooperativa Sociale CAT – che si occupa dell’accoglienza dei migranti – e la SMS Croce Azzurra – che svolge sul territorio diversi servizi socio-sanitari – alcuni giovani ragazzi arrivati dalla Gambia e dal Senegal dedicheranno parte del loro tempo a favore della comunità.

In questi giorni i giovani richiedenti asilo – Musa Bah (25 anni) Musa Nije (25 anni) Omar (24 anni) Sulayman (30 anni) e Lamin (23 anni) Abdoulye (21 anni) – stanno affiancando i volontari dell’associazione che quotidianamente è impegnata nei servizi di trasporto e accompagnamento di soggetti diversamente abili.

Un modo per coniugare il dovere di accoglienza con l’impegno in favore dei soggetti più deboli. Tutto con un progetto che, per come strutturato, pone al centro l’integrazione.

Infatti i 6 ragazzi – ospiti nella frazione di Turicchi nel Comune di Rufina, in una struttura gestita dalla Cooperativa Sociale CAT – hanno chiesto spontaneamente di impegnarsi sul territorio ed hanno trovato pronta risposta della SMS Croce Azzurra di Pontassieve favorita dalla professionalità e dalla passione delle operatrici della struttura.