RFI investe su Pontassieve. Le Officine Ferroviarie saranno ampliate. Entro due anni lo sviluppo

PONTASSIEVE – Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. ha scelto di investire ancora su Pontassieve ed ha deciso di ampliare il proprio stabilimento ed officine entro due anni. A comunicarlo è stato il Comune di Pontassieve che, appresa la volontà di Rfi, ha portato in Consiglio Comunale una variante che, già approvata, concede questo ampliamento.

Si tratta di una decisione significativa perché l’officina di Pontassieve è stata scelta per sviluppare un progetto di crescita e introdurre nuove lavorazioni per competere così con le più grandi realtà europee. Tale scelta, oltre ad ampliare la produzione dell’officina, si tradurrà in anche in nuovi posti di lavoro

Il Comune spiega che si tratta di un impianto leader del territorio, e attiva dal 1868, che rappresenta un polo tecnologicamente avanzato, dove si producono, si riparano e si effettuano le manutenzioni delle varie componenti dell’infrastruttura ferroviaria e di parti essenziali al suo funzionamento per l’intera rete ferroviaria italiana. Le officine rappresentano un esempio di vera eccellenza del settore, oggi contano 96 dipendenti e producono dai 1000 ai 1200 scambi ferroviari all’anno.

Accogliamo con grande soddisfazione la scelta di investire sulla crescita dell’Officina Ferroviaria di Pontassieve – commenta il Sindaco Monica Marini – i progetti di Rete Ferroviaria Italiana porteranno miglioramenti per il territorio, sia in termini di sviluppo che di occupazione. Come Amministrazione saremo sempre disponibili a dare il nostro contributo per far sì che questa realtà si confermi e diventi sempre più un’eccellenza nazionale ed europea”.

Pubblicità